venerdì 23 marzo 2012

Tesina terza media basata sul razzismo

Tahar Ben Jelloun
Né à Fès, Maroc im, a passé son adolescence à Tanger et a terminé ses études de philosophie à Rabat, où il écrit en français ses premiers poèmes, recueillis dans Hommes sous linceul de silence (1971). Au Maroc, il a enseigné la philosophie, en 1971, il s'installe à Paris. Pendant ce temps, il continue à écrire, toujours uniquement en français, en collaborant régulièrement avec le quotidien Le Monde. Le premier roman de 1973 est Harrouda. Aujourd'hui est le père de quatre enfants. Il est bien connu en Italie pour ses nombreux romans et ses articles. Avec le Prix Goncourt à "La Nuit sacrée" en 1987, est devenu un écrivain français le plus connu en France étranger. Il parle dans articles sur les problèmes de la société, en particulier sur le problème de la périphérie urbaine et le racisme et écrit deux livre comment “Le racisme expliqué à ma fille” dont la traduction italienne “Il razzismo spiegato a mia figlia”. Questo libro è un dialogo tra l’ autore e la figlia che vuole capire il significato della parola razzismo. I perché. E che cosa si fa. Che cos’ è il razzismo?il razzismo secondo Tahar Ben Jelloun è il dimostrare disprezzo verso le persone che hanno caratteristiche fisiche, culturali o religiose diverse dalle proprie. Una persona non può nascere razzista, ma lo può diventare  dipende dall’ educazione che gli viene data e le idee che gli vengono messe in testa. Negli stati uniti nel XIX secolo i neri furono emarginati, non potevano andare a scuola con i bianchi, non potevano salire negli stessi pullman non potevano neanche camminare nello stesso marciapiede e solo perche si pensava che la razza bianca fosse la migliore e non bisognava permettere di infangarla. Gli Stati Uniti dal punto di vista geografico confinano a nord con il Canada e a sud con il Messico; sono bagnati a ovest dall’ Oceano Pacifico ed a est dall’ Atlantico; a sud si affacciano sul Golfo del Messico. Appartengono agli USA anche l’ Alaska e le isole Hawaii. Gli Stati Uniti sono attraversati da un’ ampia rete fluviale tra cui si trovano numerosi fiumi come il Mississippi ed il Missouri. Tra i numerosi laghi statunitensi i principali sono:
·        Superiore
·        Huron
·        Erie
·        Ontario
·        Michigan
Si distinguono anche diversi tipi di climi come:
¾   Sub-polare in alaska
¾   Montano sulle cime degli Appalachi e delle montagne rocciose
¾   Temperato  presso i grandi laghi e nelle grandi pianure
¾   Temperato caldo sul Pacifico
¾   Tropicale a sud-ovest e a sud-est
¾   Mite nelle isole Hawaii
La lingua ufficiale è l’ inglese e la religione più praticata è quella protestante. Le città piu importanti sono Whashington che è la capitale, Los Angeles, San Francisco.
Circa il 43% del suolo è sfruttato per l’ agricoltura e l’ allevamento ed il 74% e basato sul settore terziario. Le risorse del sottosuolo sono immense e includono: petrolio,gas naturale, carbone, ferro, rame, bauxite, metalli preziosi e uranio. Sono molto sviluppate le industrie siderurgiche e  meccaniche. Gli stati degli Stati Uniti sono 51: Alaska, Hawaii, Washington, Oregon, California, Idaho, Nevada, Arizona, Montana, Wyoming, Colorado, New Mexico, Texas, North Dakota, South Dakota, Nebraska, Kansas, Oklahoma, Minnesota, Iowa, Missouri, Arkansas, Louisiana, Wisconsin, Illinois, Mississippi, Michigan, Indiana, Kentucky, Tennessee, Alabama, Ohio, West Virginia, Virginia, North Carolina, South Carolina, Georgia, Florida, Maine, Vermont, New York, Pennsylvania, New Hampshire, Massachussets, Rhode Island, Connecticut, New Jersey, Dalaware, Maryland, whashington DC.
Intorno alla metà dell’ ottocento gli stati uniti invece erano formati da 31stati al di là di questi si estendeva il Far West. Nel 1849 il presidente degli stati uniti  annunciò che in California era stato scoperto un filone aurifero, scatenando così la febbre dell’ oro:i cercatori d’ oro arrivarono da ogni parte del mondo, tanto che la città di San francisco in un solo anno aumentò gli abitanti da 812 a 35000. Intanto gli indiani attacavano i pionieri ; fra il 1860 e il 1890 le guerre indiane divennero vere e proprie guerre di sterminio. Contemporaneamente nel nord dell’ unione naque il movimento abolizionista, che considerava la schiavitù nel sud; crebbe quando gli stati del sud pretesero di estendere la schiavitù ai nuovi stati dell’ ovest. L’ elezione a presidente di Abramo Lincoln nel 1860 indusse il sud, nel 1861, a uscire dall’ unione e a fondare la confederazione degli stati d’ America. Scoppiò così la guerra di secessione che in quattro anni (1861-1865) devastò la costa orientale e si concluse con la vittoria dei nordisti. L’ abolizione della schiavitù garantì alla popolazione nera i diritti civili, ma non pose fine alle sue sofferenze. Gli ex-schiavi furono destinati ai lavori più umili e nei loro confronti fu messa in atto una vera e propria segregazione razziale col divieto di frequentare tutti i luoghi riservati ai bianchi. Nel sud naquero addirittura sette razziste come i Ku Klux Klan che si macchiarono di orrendi delitti contro gli afro-americani. Nella seconda metà del XIX secololo il colonialismo tramontò.Nel corso del secolo la popolazione europea era aumentata a causa della diminuzione della mortalità e grandi masse provenienti da tutte le nazioni non trovando lavoro in patria evevano dato inizio all’ emigrazione.Finanzieri e banchieri investirono grandi quantita di denaro nelle miniere e nelle piantagioni di altri continenti, contemporaneamente industriali e mercanti volevano allargare i loro mercati vendendo i loro prodotti lavorati fuori dall’ Europa e acquistando materie prime che mancavano in patria.Oltre che alla motivazione economica, gli europei erano spinti verso gli altri continenti dalla certezza di avere una responsabilità di portata storica:quella di esportare la civiltà bianca,che ritenevano la migliore del mondo, e da qui naquero le prime ideologie razziste che continuarono fino ai tempi di Hitler.Si creò una nuova forma di colonialismo che mirò sia al totale sfruttamento economico dei Paesi colonizzati sia al loro controllo territoriale, Napoleone III la chiamò politica imperiale da cui derivò la parola imperialismo. Esso si concretizzò attraverso:
·        La conquista militare;
·        La dominazione politica;
·        Un nuovo tipo di sfruttamento economico.
L’ imperialismo non portò alcun progresso ai popoli colonizzati. A tutti furono negati i diritti politici, una serie di divieti impedì loro di mescolarsi con i colonizzatori bianchi.
Gli schiavi neri furono sottoposti a pesantissimi lavori nelle piantagioni di cotone e tabacco nel sud degli Stati Uniti, da qui nacque un nuovo genere di musica, il jazz ,esso è caratterizzato:
·        Da una grande carica ritmica
·        Improvvisazione
·        Un timbro vocale e strumentale  caratteristico dei canti afro-americani
Da qui derivarono i work song canti di lavoro essi venivano cantati dai neri afro-americani che lavoravano nelle piantagioni. Erano canti in cui gli schiavi avevano mescolavano i canti dei bianchi con i loro canti popolari.


Nessun commento:

Posta un commento