martedì 3 maggio 2011

Tesina completa terza media!

tesi - tesina di terza 3 


storia:fascismo

Geo:etiopia e africa orientale meridionale.

Lett.:futurismo  & pirandello

Art:futurismo

Mus:900 in italia & respighi

Ingl.:razzismo m l king,ghandi e poesia hughes

Franc:razzismo

Scienz:droga

Ed. fisica: doping

Tec:energia

 

Storia

La storia dell’italia negli anni 20-30 è stata profondamente segnata da una lunga dittatura: il fascismo.Molti sono i pensieri e le opinioni da parte dei vari studiosi.Ma malgrado tutte le divergenze ,c’è un punto sul quale tutti si trovano d’accordo:le origini del fascismo. Quest’ultimo secondo l’opinione concorde di avversari e sostenitori,è una conseguenza della grande guerra, o meglio un suo prodotto.Il fascismo trova la sua origine in quella condizione che venne generata in italia dalla guerra e dalle sue terribili conseguenze economiche e sociali.

Appoggiato da monarchia,dalla chiesa,dai forze armate e magistratura, e dalle forze economiche:grande industria,agrari e finanzia.Nell’ottobre del 1922 il fascismo s’insediò al governo con la marcia su Roma  e vi rimase per oltre 20 anni:eliminando progressivamente lo stato liberale per sostituirvi uno stato dittatoriale totalitario,uno stato cioè che esercitava un controllo capillare su ogni aspetto della vita dell’individuo:la politica,il lavoro,la cultura,la scienza,l’istruzione e il tempo libero.Per mantenere un tale controllo era necessario che i cittadini sostenessero la dittatura ; per conseguire quest’obiettivo,venne dato un forte impulso alla propaganda,soprattutto mediante lo sviluppo dei grandi mezzi di comunicazione di massa.Esistevano strutture appositamente create che si occupavano di trasmettere messaggi ‘’ utili alla dittatura'’.Esse furono usate come strumenti di persuasione ,per convincere i cittadini che le dittature risolvevano  i loro problemi e facevano i loro interessi. Questo era lo scopo principale. Le notizie divulgate venivano accuratamente selezionate e interpretate in modo tale che l’ideologia che sosteneva  la dittatura non fosse mai messa in discussione.Venivano in oltre messi in risalto tutti gli awenimenti che esaltavano la figura  del dittatore.Solo al duce, spettava l’elaborazione delle idee dei valori e delle parole d’ordine .Agli intellettuali era affidato ,in questo contesto,il compito di amplificare le parole d’ordine, mediare alle masse i valori e le tesi del regime ,creare un’arte e una cultura degne di questo regime.Molti furono gli intellettuali che accolsero e condivisero in pieno le tesi nazionalistiche,imperialistiche,autoritarie del fascismo gia prima della sua ascesa al potere.Tra questi sicuramente i futuristi diedero un notevole appoggio al fascismo.(collega a lett.)

 

Letteratura

Il futurismo è un movimento artistico e culturale che sorge ufficialmente nel 1909 con il manifesto del futurismo di filippo tommaso marinetti  pubblicato SUL <<LE FIGARò>>al quale seguì nel 1912 il manifesto tecnico della letteratura futurista.Il futurismo esaltava il dinamismo e l’attivismo della civiltà moderna in contrapposizione ai valori tradizionali del passato ,espressioni d’ignoranza e superstizioni.I futuristi si fanno interpreti di una nuova concezione della vita basata sulla fede nel futuro e nel progresso tecnologico,esaltano gli ideali della velocità ,del dinamismo,della forza materiale,della guerra concepita come <<sola igiene del mondo>>.Bisognava eliminare ogni legame col passato(era necessario distruggere ogni museo e biblioteca),dimenticare ogni insegnamento compreso quello della poetica ).alla riflessione poetica e al silenzio contrappongono lo slancio vitale aggressivo,il chiasso,la luce abbagliante.Per interpretare  questi nuovi atteggiamenti i futuristi ricorrono ad un linguaggio caratterizzato dall’uso delle cosiddette "parole in libertà". Il paroliberismo si proponeva di liberare le parole da ogni collegamento logico e grammatikale ,eliminare i pronomi,le proposizioni,le congiunzioni gli awerbi,sostituire la punteggiatura con i simboli algebrici ridurre i verbi all’infinito.Il paroliberismo è il tentativo di riprodurre le sensazioni nel ritmo stesso incalzante del loro succedersi.

Artistica

Una tale rappresentazione si manifestò anche in campo artistico,dove lo sforzo di vedere le cose con gli occhi dell’uomo moderno e della civiltà tEcNoLoGiCa si realizzò nella scomposizione di oggetti e figure per rappresentarle in un  movimento che crea una sensazione dinamica nell’osservatore<<tutto si muove, nulla è fermo>>, perciò gli oggetti ,le forme e gli spazi s’incastrano,si sovrappongono entrano uno nell’altro.Questo dinamismo  è reso con l’uso di piani curvi e obliqui e con colori accesi.A questo proposito sono interessanti alcune affermazioni tratte dal ‘’manifesto della pittura FuTuRiStA ‘’:

-un cavallo in corsa non ha 4 zampe, ma 20.-

-lo spazio nn esiste +… il tram ke passa entra nelle case ke a loro volta si scaraventano sul tram e con lui si amalgamano-

-tutto si muove rapidamente… una figura nn è mai ferma…le cose in movimento si moltiplicano-

-un volto è giallo, rosso ,Verde, azzurro, viola, perkè la luce, muovendosi, porta con sé i colori-.

Oltre al <<manifesto della pittura futurista>> ,furono pubblikati  in campo artistiko :<<il manifesto tecniko della pittura futurista>>; <<il manifesto della scultura futurista>>, <<il manifesto dell’arkitettura futurista>> e <<un manifesto sull’arte dei rumori>>.

I principali esponenti del futurismo nelle arti figurative sono:Boccioni, Balla, Carrà. Essi accolgono nelle loro ricerche elementi dell’arte cubista, conosciuti da Boccione e da Carrà durante il loro soggiorno a Parigi nell’autunno del 1911.Boccioni critica violentemente la scultura a lui contemporanea, ke accusa di monotonia e statiche imitazioini del passato.Nel <<manifesto della scultura futurista>> teorizza il cosiddetto dinamismo plastico ke prevede la totale abolizione della linea finita e della statua chiusa per consentire l’espansione del volume nello spazio.In <<forme uniche nella continuità dello spazio>>l’impetuoso avanzare di un uomo in marcia è rappresentato mediante la scomposizione della figura in piani curvilinei e ondeggianti.Tra le opere di Giacomo Balla è sorprendemente  fotografico il taglio della composizione <<dinamismo di un cane al guinzaglio>>.

.......................

Nel futurismo le arti avrebbero dovuto esprimere il nuovo ritmo dell’esistenza.Anche in campo musicale si ebbero dei cambiamenti.

Musica

In italia dopo la fine della prima guerra mondiale,si sviluppò una forte reazione a quella musica operistica che aveva caratterizzato tutto l’800 e si preferì prendere spunto dalla produzione italiana che aveva preceduto l’800 operistico ; nacquero cosi lavori ispirati nella struttura e nel carattere espressivo alle scale modali gregoriane,ai madrigali del ‘500 ,alle sonate e ai concerti grossi barocchi.Gli artisti che ricordiamo, noti  piu comunemente <<generazione degli anni ‘80>> furono Ottorino respighi,malpiero & casella.Tra questi il più importante fu sicuramente Respighi.respighi nacque a Bologna nel 1879 dove studia diplomandosi in violino. A 20 anni va a suonare in un’orchestra a san pietroburgo e successivamente suona come violinista in nel <<quintetto mugellini>> .A 34 anni si stabilisce a Roma e qui scriverà le sue opere tra cui quelle teatrali come belfagor e la fiamma e vari temi sinfonici ,ricordiamo i pini di Roma,feste romane e vetrate di chiesa.Respighi inoltre fu molto abile a trascrivere sempre per orchestra le musiche altrui come la rossiniana e le antiche danze. A Roma insegna composizione presso il conservatorio di s. Cecilia e una decina d’anni dopo ne diventa direttore .Morirà a 57 anni nel 1936 a roma.

Letteratura

Nel vario panorama musicale,artistico e letterario  del ventennio possiamo collocare,scrittore  ormai celebre ,luigi pirandello.La vita del pirandello va dal 1867 al 1936  anni in cui l’italia è  attraversata da gravi problemi sociali,non risolti,attese e delusioni amare. La vita:il Pirandello nacque a Girgenti nel 1867,frequentò l’università di Palermo e di Roma laureandosi nel 1891 a Bonn dove rimase ancora per un anno come lettore d’italiano.Ritornato in Italia si stabilì a Roma dove si dedicò all’attività letteraria e all’insegnamento universitario  presso la facoltà di Magistero.Intanto la malattia mentale della moglie e la grave crisi economica segnarono profondamente la vita dello scrittore. A partire dagli anni ’15 condusse una vita appartata e si dedicò soprattutto  al teatro.Nel 1925 formò la compagnia teatrale ‘’dell’Arte di Roma’’ di cui assunse la direzione artistica.Nel 1934 vinse il premio Nobel per la letteratura.La sua produzione letteraria è stata molto vasta,molti dei suo romanzi riflettono la concezione della vita del Pirandello come Uno,nessuno e centomila e il Fu Mattia Pascal.Altre opere importanti sono Novelle per un anno(raccolta di novelle scritte e pubblicate in epoche diverse) e Maschere nude(tra cui Sei personaggi in cerca d’autore,Cosi è,Liolà,Enrico iv,questa Sera si recita a soggetto.). Pirandello interpreta la crisi dell’uomo contemporaneo:nel modo di vita proposto dall’industrialismo  e dall’imperialismo,scorge le contraddizioni,le inquietudini e la problematicità dell’esistenza.Secondo la sua concezione il dramma dell’uomo nasce dall’impossibilità di conoscere con certezza la realtà;perché molteplice e illusoria tanto che ciascuno la interpreta  in modo diverso.Anzi l’uomo non conosce neppure se stesso. Infatti,mentre crede di essere uno si accorge di essere centomila,perché di volta in volta è quello che gli altri vogliono che sia,ma a volte si sente nessuno,perché nessuna  delle maschere che gli altri gli attribuiscono corrisponde a quello che l’uomo si sente di essere.Da qui nasce il suo stato di solitudine e incomprensione e di impotenza. Egli si accorge  di vivere secondo lo schema che la società gli impone ,che quella vita ,quella professione e quella famiglia non hanno niente a che fare con il suo essere pIù profondo,ma si nasconde sotto una maschera come se interpretasse una parte .Questo è secondo il Pirandello il dramma dell’uomo,che egli esprime nelle sue opere ,dove i personaggi vivono situazioni paradossali osservate dal Pirandello con amara ironia o profonda pietà.Questi sentimenti caratterizzano le sue opere. L’altro tema fondamentale della poetica pirandelliana ,è quello che viene chiamato il sentimento del contrario ;cioè l’intervento critico della riflessione nel © stesso della creazione.Esiste un contrasto continuo tra la nostra illusione e una volontà beffarda che ci mostra il rovescio della medaglia.l’altra faccia delle cose degli uomini e quindi la deforma.Così ogni nostra illusione viene distrutta dall’implacabile apparire del suo contrario persino l’illusione di essere una sola persona. L’altro elemento presente nel pensiero pirandelliano è il sentimento della imprevedibilità o casualità delle vicende umane.La realtà  intorno a noi muta continuamente.Da questa consapevolezza nasce la difficoltà che l’uomo ha di conoscere se stesso e la realtà e persino di comunicare con gli altri.Il linguaggio che il Pirandello adotta nelle sue opere tende alla ricerca di una lingua comune comprensibile al pubblico medio a cui si rivolge ,il Pirandello adotta quindi una prosa scarna che sottolinea anche la tensione drammatica della situazione. In questa visione della vita dove la consapevolezza della casualità e dell’imprevedibilità delle vicende umane genera inquietudini ,smaschera le illusioni crea un sentimento di impotenza ,sono riflesse le ragioni storiche della crisi profonda che si sviluppa in italia all’inizio del 900. * teatro *

Storia

Infatti subito dopo la grande guerra ,in italia si aprì una grave crisi della democrazia parlamentare che si manifestò gia nel corso della conferenza di pace di Parigi.Qui paesi di grande tradizione democratica come la Francia,Gran Bretagna e usa contribuirono involontariamente a rinfocolare la propaganda nazionalisti italiani che volevano abbattere lo stato liberare.Nel 1919 infatti,,gli alleati rifiutarono di riconoscere interamente il patto di londra e concessero all’italia trento e trieste e Non la dalmazia e fiume.i nazionalisti,delusi,incominciarono a parlare di vittoria mutilata,e molti di loro volontari con a capo gabriele  d’annunzio nel settembre 1919 occuparono fiume ma furono costretti a ritirarsi, costretti  da giolitti,che era divenuto presidente del consiglio.In questi  stessi anni (1919-1920) si  verificarono una serie di eventi che vengono denominati con l’espressione <<biennio rosso>>.Si intensificarono le occupazioni delle terre e gli scioperi da parte degli operai.Quindi la borghesia impaurita dal pericolo rosso cercava un governo che escludeva ogni appoggio ai partiti di massa come comunismo e volevano partiti che fermassero le rivolte e mettessero ordine.Quindi molti imprenditori e grandi proprietari terrieri owero i >>padroni>> finirono per rivolgersi a un movimento appena nato:il movimento fascista. La crescita di questo movimento dopo l’autunno del 1920 superò ogni possibile  previsione.Da poche centinaia di reduci e studenti,gli iscritti salirono in pochi mesi a oltre 300.000 persone.Tutte queste persone vedevano Benito  Mussolini,uomo Fondatore del fascismo,come unico valido difensore dell’ordine e dei valori della patria.Rafforzato dai finanziamenti del <<padronato>>,il fascismo scatenò le sue squadre d’azione,formate da volontari che avevano il compito di eliminare ,in modo quasi del tutto segreto, il movimento dei lavoratori,le sue organizzazioni politiche e chiunque fosse contro il fascismo.In seguito in vista delle elezioni mussolini invio le <<squadracce>> anche contro popolari e repubblicani e trasformò il movimento nel partito popolare fascista.Nessun governo riusci a fermare l’ascesa di mussolini al governo infatti il 27 ottobre 1922 mussolini deliberò la marcia su roma e riusci a prendere il potere visto che il re gli diede l’incarico di costituire un nuovo governo.Il governo di mussolini divenne ben presto uno stato totalitario,e nacquero nuovi organismi,il gran consiglio del fascismo formato  dai piu stretti collaboratori di mussolini e ‘’la milizia volontaria per la sicurezza nazionale" direttamente sottoposta  gli ordini di mussolini che incomi+-*nciò a farsi chiamare DUCE.La lista nazionale fascista vinse le elezioni nel 1024 subito dopo il deputato socialista matteotti denuncio i brogli e le violenze compiute dagli squadristi per vincere le elezioni.Fu rapito e ucciso pochi giorni dopo questo evento suscitò indignazione del paese.In segno di protesta i rappresentanti dell’opposizione uscirono dal parlamento,ma così facendo rafforzarono il potere del duce che annunciò la riforma dello stato.Nel 1926  mussolini emanò le leggi fascistissime che sopprimevano la libertà di stampa,il diritto di sciopero e vennero sciolti i sindacati. Comiminciava così  la dittatura fascista.Venne quasi pianificato ogni aspetto della vita:il lavoro,l’istruzione la vita politica e addirittura il tempo libero.Vennero formati i sindacati fascisti e lavoratori e datori vennero uniti nelle corporazioni.Il potere dei lavoratori venne ancora di + soffocato con l’emanazione nel 1927 della carta del lavoro.Inoltre nel 1925 fu fondata l’opera nazionale dopolavoro con il compito di organizzare il tempo libero.Lo stato non mancò di dare grande attenzione ai giovani e nell’organizzazione della loro vita.Gia nel 1923  vi era stata la riforma scolastica.Nel 1926 venne istituita l’opera nazionale balilla che verrà sostituita dalla gioventù italiana del littorio circa 10 anni dopo.Per quanto riguarda le femmine il fascismo volle esaltare il loro ruolo nella famiglia allontanandole dal mondo del lavoro,riservato agli uomini.Chi poi continuava gli studi andava nei guf.Per avere ancora piu appoggio il fascismo si aiutò con la propaganda formando l’istituto luce,istituto della cinematografia e l’eiar,istituto della radia.Anche in campo culturale intervenì favorendo la realizzazione dell’enciclopedia italiana.Con il fascismo ci fu anche il conciliamento tra stato e chiesa e nel 1929 vennero firmati i patti lateranensi che stabilivano la costituzione di un piccolo stato della chiesa:Lo stato della città  vaticano.Nel 1929 quando l’america vene attraversata dalla crisi della borsa anche l’italia ne risentì di questa situazione.Per fronteggiare la crisi mussolini decise di attuare la cosiddetta politica di autarchia ovvero basare a se stesso,questa politica mirava a far produrre all’italia il maggior numero di merci possibile così da renderla autosufficiente.In questi anni si ebbe un rafforzamento del partito e tutto doveva esse <<fascista>>.Per esaltare ancora di piu la politica di egemonia mussolini intraprese una guerra coloniale contro l’etiopia.

Geografia

(collega da storia) l’etiopia , conquistata dall’italia a   metà degli anni trenta,ancora oggi ne risente della colonizzazione italiana.Oggi l’Etiopia è una repubblica democratica federale con a capo un presidente, eletto indirettamente con un mandato di sei anni non rinnovabile; il potere esecutivo è esercitato dal governo, guidato dal primo ministro; quello legislativo spetta alle due Camere: il Consiglio dei rappresentanti del popolo e il Consiglio federale. Confina a nord-est con l'Eritrea e il Gibuti, a est e a sud-est con la Somalia, a sud-ovest con il Kenya, a ovest e nord-ovest con il Sudan. L’etiopia fa parte della regione dell’africa orientale che dal  punto di vista sia del territorio sia dalla popolazione è una regione mista.Il territorio è caratterizzato dalla presenza di vasti altopiani in cui si trovano numerosi laghi;la foresta è poco diffusa e prevale invece la savana .L’africa orientale è una terra dove si ritrovano popolazioni diverse :i popoli bantu, i masai e islamici.Data la frammentazione in molte etnie,si parlano diversi linguaggi e le lingue + diffuse sono francese,inglese e swahili una lingua mista di elementi bantu e masai. L’economia di questi paesi,come la maggior parte di quelli dell’africa,è basata sull’agricoltura e allevamento.Si coltivano caffè,cotone,miglio,tè e si allevano soprattutto ovini e bovini.La regione è anche importante per il turismo che è sviluppato in particolare sul lago vittoria in tanzania e in kenya dove ci sono  riserve naturali molto importanti.Le citta più importanti sono addis-abeba in etiopia e nairobi in kenya.Purtroppo nell’africa orientale è poco sviluppato il settore secondari inoltre le risorse minerarie sono molto scarse e le infrastrutture carenti.Questo è stato provocato soprattutto dai conflitti che nella storia di questa regione hanno sempre distrutto e portato ad atroci dittature  e stati coloniali costituiti dalle potenze europee.Sempre con la conquista da parte di mussolini dell’etiopia ,eritrea e somalia venne costituita nel 1936 l’africa orientale italiana.(passa a storia)

 

 

Storia

Questa conquista avvenne in poco tempo:dall’ottobre del 1935 fino al 5 maggio 1936 quando le truppe italiane entrarono a addis-abeba.La conquista dell’etiopia però ebbe anche molte ripercussioni internazionali,infatti ci furono le sanzioni inflitte dalla società delle nazioni e il deterioramento dei rapporti tra italia con francia e gran bretagna.Quindi mussolini rimasto solo senza alleati decise di unirsi con hitler.entrambie erano i capi di regimi che avevano  molto in comune. Naque quindi nel 1936 un patto di collaborazione:l’asse roma berlino.Ciò indusse mussolini emanare,volendo seguire l’esempio di hitler,dei provvedimenti che limitarono i diritti degli ebrei.Ad essi veniva proibito di lavorare e di prestare servizio militare. Quest’ideologia appoggiata da hitler che esalta le qualità di una razze e afferma la necessità di conservarla pura è il razzismo.Oggi anche ,se in maniera del tutto diversa, esiste ancora.(coll a inglese)

English

 

Racism is the attitude of contempt and intolerance against other man or group.

One of people that fighted against  racism in the politics in years ’60 was Martin Luther king. He was born in 1929 in Atlanta in the U.S.A. he was a church minister and he went into politics when a Negro woman was imprisoned because he had taken a seat reserved for white people on a bus. He thought this was injust but all black lived like this .black were tolerated only as servants.they were compelled to do the most humble jobs,they live in slums and they were not allowed to attend schools for

whites .Subsequently  then people elected m.l.king as president of a protest committee and their organized a strike and refused to use the town buses for a whole year. they succeeded to win their battle because the segregation on buses was declared unconstitutional. But their struggle continued because  they wanted to asset all their rights but with peaceful means against violence. M.l.king awarded the Nobel prize for peace. This battle wasn’t easy ,he was arrested 16 times .he obtained his objective  when Kennedy ,before his death, proclaimed the law on civil rights. Unfortunately m.l.king was murdered in 1968 at Memphis .other man that fight without weapons and violence was Gandhi. He fight for the freedom for india. HE was born in west of India in 1869.he studied in England as a lawver but in 1891 he returned to  India. HE went into politics when a year the peasant got almost nothing from their land   but British government continued to ask for their taxes. Gandhi said to paesant not to pay,however they fight without weapons.now we call this fight <<passive resistance>> .this fight wasn’t easy, Gandhi was arrested several times but he continued to preached peace and non violence. India obtain independence in 1947 but there not yet peace in India.the country was divided between Hindus and muslims.unfortunatly Gandhi was shot to death in 1948 but he didn’t die in vain because other man have followed his ideals of peace and non violence. this two men have fighted whitout violence for two motives: independence and racism. Unfortunately the racism ,partly, exist still today.(a francese)

francese

(da  inglese) par exemple aussi en france  il ya le racisme parce que ce sont très étrangers.ils represéntent ajourd’hui  le 8% de la population totale.beaucoup d’étrangers sont des hommes seuls,qui ont laissè  leur famille dans leur pays d’origine.Ils font généralement un travail dur, travail que peu de français acceptent de faire.les étrangers sont mal logés et mal acceptés par la <<français moyen>>. Ceux qui sont intégrés dans la sociètè sont une minorité.Ajoutè aux difficultés de leur vie et de leur travail,il y a le racisme de nombreux Français qui éclate dans la menace,souvent dans la violence :

-menaces,violences verbales , insultes, humilations...

-menaces,violences physiques, provocations et aggressions.

Mais beucoup de jeunes d’origine algèrienne, tunisienne, marocaine,etc.

Se sentent absolutament française.Mais ils sont souvent considérés comme de français de <<deuxiéme catégorie>> et ils subissent de discriminations :

-dans l’éducations 

-dans l’emploi

-dans le logement.

Les jeunes beurs(que sont les arabes) bloquès dans les cités ghettos, inactif pour la plupart car chômeur ou sans emploi fixe,sans distractions et sans argent beaucoup sont entraînés vers la délinquance.alors,ils <<cassent>>,ils disent qu’il ont la haine.Un homme que a lottè contre le racism est harlem désir fondateur du movement <<s.o.s racisme>>,devenu celebre pour son slogan<<touche pas à mon pote>> et son simbol est la man levèe.

Scienze

Un altro problema della società di oggi,oltre al razzismo,è la Droga.Purtroppo questo fenomeno è diffuso molto tra i giovani che anche sapendolo non si rendono conto che la droga è il più drammatico attentato alla vita.Inoltre la droga è la piu pericolosa nemica del sistema nervoso in quanto attacca i neuroni distruggendoli.Correlati a questo sono 2 gravi fenomeni:la dipendenza e l’assuefazione.La dipendenza è ciò che causa l’irresistibile bisogno di continuare a fare uso di droga;l’organismo dipende psicologicamente e anche fisicamente dalla droga e non riesce più a farne a meno;molto spesso la mancanza di droga causa ‘’crisi d’astinenza’’, owero disturbi quali dolori in tutto il corpo,nausea, vomito, collasso,angoscia e confusione mentale

3 commenti: